Accesso rapido:

Questo sito utilizza cookie che consentono di migliorare l'esperienza di navigazione. Per saperne di più. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Tour Operator: viaggi e tour organizzati RUTA 40

Per maggiori info contattaci 011.7718046info@ruta40.it

Viaggi e tour su misura
100% modificabili

Il Brasile che non ti aspetti: fucina della moda del futuro

26.04.2011

Brasile

Il Brasile che non ti aspetti: fucina della moda del futuro

Una curiosit che forse molti non sanno:

Ogni anno il Brasile dedica ben due settimane alla moda

Strano, vero? Non molto, in realt. A differenza di quello che si potrebbe pensare, il Paese sudamericano considerato il luogo emergente per tutto quello che riguarda la nuova creativit. La San Paolo Fashion Week (dal 28 gennaio al 2 febbraio) segue di poco la Fashion Rio (dall11 al 15 gennaio in concomitanza con la Man Fashion Week milanese). A Rio de Janeiro sono 5 giorni ed considerata la versione low profile della manifestazione di San Paolo, che ha quali protagonisti nomi della moda internazionale come Osklen, Colcci, Alexandre Hercochovitch, molti vip da red carpet, da Demi Moore, Ashton Kutcher e Paris Hilton - che ha sfilato per Triton. Alla sfilata di Colcci, dove sfilava Gisele Bundchen e Alessandra Ambrosio.

Qui non si tratta pi della 'specializzazione in beachwear' come era sempre stato, imponendo grafica delle stampe e trend insoliti, ma davvero a Rio si respira 'aria nuova' per le passerelle. Forti innovazioni che arrivano da collezioni quale quella di Mrcia Queiroz ad Andrea Marquez passando per British Colony, Alessa, Cantao. Molte le ispirazioni originali, come le onde oceaniche di Walter Rodriguez che compaiono nella sua collezione timeless elegante e senza eccessi... oppure lo show di Melk Z-Da, variegato nei volumi e complesso nella lavorazione. Se, quindi, nella San Paolo Fashion Week abbiamo la moda istituzionalizzata, le passerelle leader per le tendenze (anche dato l'alto numero di top model 'sfilanti' - quest'anno c'era anche Lea T, la modella transessuale lanciata da Givenchy, dalle origini brasiliane), la Fashion Rio deve riproporre e reinventare ogni volta il suo ruolo. Ma, a giudicare da questa stagione, forse la vittoria va a Rio, per la spontanea originalita' e il trend 'verace' proposto, senza fronzoli. E, se la prima a prima ad indicare il Brasile quale fucina della moda del futuro stata Gisele Bndchen, che ha imposto l'allegria e i colori della sua terra con le infradito Ipanema, oggi sono numerosissimi i designer brasiliani che si stanno affermando ovunque.

Dalle scarpe in poi:

Qui tutto si basa sulla creativit, l'amore per i colori e la vita tipici del mondo carioca: ne nasce una tendenza modaiola mai eccessiva, basata soprattutto sulla qualit dei materiali, originalita' e innovazione... I negozi delle citta' brasiliane nascondono un bengodi per le shoes-addicted! I marchi? Satryani, Luiza Barcelos, Werner e Dumond per la scarpa a tacchi alti con stringhe e nastri. Cravo & Canela per la versione romantica di fiorellini e materiali naturali, Miezko fiocchi e tonalit cipriate d'antan. Per il vintage Jorge Bischoff e Sarah Chofakian: zoccoli sessantottini per uno, bon ton chic '50 er l'altra. Cosa aspettate a scoprire la moda carioca?

Condividi

Pasqua in Argentina tra libri ed eventiLe tribu nascoste del Brasile incontaminato