Accesso rapido:

Questo sito utilizza cookie che consentono di migliorare l'esperienza di navigazione. Per saperne di più. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Tour Operator specializzato in viaggi in Sud Ameri

Per maggiori info contattaci 011.7718046info@ruta40.it

Viaggi e tour su misura
100% modificabili

Claudia Bertolero, la stilista emergente del Peru’

26.05.2011

Perù

Claudia Bertolero, la stilista emergente del Peru'

Sono approdati sulle passerelle milanesi i suggestivi fiori peruviani di Claudia Bertolero.

Giovane designer peruviana, inaugura uno stile nuovo, una collezione che riunisce le tradizioni coloniali tipicamente andine con innovazioni creative eleganti e originali.

La sua prima collezione è un nostalgico ma emozionante omaggio alla sua patria: il Perù, senza dimenticare la nostra Italia, che Claudia ha identificato come luogo di adozione per raggiungere il mercato internazionale, forse anche perchè Claudia è sì nata a Lima, sua mamma è peruviana, ma suo padre è piemontesissimo. L'approdo al Vecchio Continente è arrivato dopo 3 stagioni di sfilate e saloni a Miami, in Colombia e Brasile.

Nel 2008 e' sbarcata a Milano con una collezione primavera - estate portando una linea di abbigliamento e accessori femminili originali per stile e innovazione - seppur senza mai perdere d'occhio la tradizione. Collezione tutta basata sulle immagini ricorrenti delle amazzoni peruviane e altre suggestive come l’amancaes, fiore degli Incas, che è anche il simbolo della capitale Lima e cresce nella costa del Perù - e il mondo dei cavalli.

«Le nostre fantine usano gli amancaes per decorare i cappelli durante i tornei», ha detto la stilista per dare un'idea di come nascono le sue suggestioni: «Ho imparato le tecniche artigianali della tradizione coloniale e indigena che utilizza il cuoio intagliato manualmente, i tessuti artigianali con ricami unici, la luce dell'argento sbalzato...alla fine si ottiene un raffinato design di fiori e colori su gonne, camicette, abiti e cardigan a rete (ripreso sulle scarpe ballerine tutte gradevolmente decorate).

Gli accessori poi sono il vero must, dove Chiara da' il suo meglio: borse, tutte diverse perché pensate come creazioni uniche e così, fatte a mano. I materiali sono il cuoio con inserti d'argento che creano movimenti di forme ammiccanti all'architettura coloniale. Oppure grossi punti fatti all'uncinetto che cuciono a nocciola la pelle. Che dire? Da avere.

La creatività che arriva da lontano è unica e porta in se' echi inusitati; quando è sapientemente miscelata con la portabilità occidentale arriva a creare il capo davvero ad hoc.

Condividi

Tatiana Salem Levy - una scrittrice brasiliana al Salone del LibroI panama più famosi dell’Ecuador