Accesso rapido:

Questo sito utilizza cookie che consentono di migliorare l'esperienza di navigazione. Per saperne di più. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Tour Operator: viaggi e tour organizzati RUTA 40

Per maggiori info contattaci 011.7718046info@ruta40.it

Viaggi e tour su misura
100% modificabili

Ritrovato un “tesoro” di Julio Cortázar

14.02.2012

Argentina

 Julio Cortázar

E' il 23 dicembre del 2006. Julio Cortázar, il grande scrittore argentino, č morto da piů di vent'anni, ma il suo archivio riserva ancora delle sorprese.

Sua moglie, Aurora Bernardez, ha appena trovato delle "carte inattese" e telefona a Carles Alvarez Garriga, grande conoscitore dell’opera cortazariana, di aver trovato altro materiale di Julio: una cassapanca straripante di scritti, molti dei quali inediti. Ci sono voluti tre anni di lavoro per curare la pubblicazione dell'ultimo lavoro postumo di Cortázar.

Il libro, giŕ pubblicato in Argentina e in Spagna, č uscito il 7 febbraio da Einaudi con il titolo "Carte inaspettate" (p. 326, euro 20). Ma cosa c'č in questi Papeles Inesperados? Ben undici racconti, un capitolo inedito del "Libro de Manuel” del 1973 mai tradotto in italiano, undici episodi della serie di "Un tal Lucas”, quattro interviste e tre poesie. "Soprattutto per i lettori che hanno amato Cortázar questo libro sarŕ una meraviglia da scoprire”, č l'opinione di Carles Alvarez Garriga. In questo nuovo "tesoro", ci sono le due anime dello scrittore argentino: quella politica e rivoluzionaria e quella fantastica, iperreale, quasi surrealista.

Racconti dove aleggiano il vuoto, l’incomprensione e la paura, ma ci sono anche le sue opinioni teoriche sulla letteratura, le sue incursioni nel mondo delle arti figurative, del cinema e della fotografia, del jazz, e ovviamente il Cortázar politico.

Condividi

Tra i boschi pietrificati della Patagonia ArgentinaCosta Rica Pura Vida !